Finance

Background

Il settore Banking & Financial Services è in continua trasformazione a causa dell’aumento di competitività, regolamentazione e globalizzazione. In particolare istituti bancari e di credito per costruire o mantenere la propria posizione di leadership sul mercato devono riuscire ad essere in possesso di sempre più informazioni, spesso prodotte da altri enti o istituzioni.

Bisogno del cliente

Operatore leader mondiale del settore finanziario, il nostro cliente rivolge la propria offerta alle banche o istituti di credito fornendogli informazioni provenienti dai mercati finanziari (come gli aggiornamenti delle quotazioni di borsa e delle valute) attraverso una struttura un’infrastruttura di servizi in abbonamento o con logiche pay per use.
Il problema manifestato dal nostro cliente è che spesso, il cliente finale, banca o istituto di credito, non è in grado di capire come utilizzare i dati fornitigli e come integrarli all’interno dei propri sistemi informativi. È emersa quindi l’esigenza di sviluppare applicazioni di “adattamento” tra il proprio sistema e i sistemi dei clienti finali, banche e istituti di credito.

La soluzione

Confrontandoci e collaborando attivamente con uno degli architetti IT parte del team cliente, la soluzione che abbiamo identificato è stata la creazione di un framework che permettesse uno sviluppo rapido e replicabile delle applicazioni “di adattamento” per l’utente finale.

Il framework è stato sviluppato secondo un approccio a componenti, che consente di rilevare i dati da una fonte per inserirli all’interno di un database dell’utente finale; il framework è in grado di rilevare la specifica componente (della fonte del cliente) che si interfaccia al database dell’utente finale generando una vera e propria “chain of responsibility”.
Si considera infatti che tutte le componenti coinvolte nel processo utilizzino uno stesso linguaggio per comunicare tra di loro permettendo a chiunque utilizzi la soluzione non solo il semplice e rapido apprendimento del framework stesso, ma anche delle applicazioni che derivano da esso.
Con il tempo, attraverso test e analisi grazie alle quali sono stati individuati i pilastri funzionali del framework consolidando il primo nucleo di features core, si è passati all'aggiunta di features no core (es. resilienza, la possibilità di creare più istanze di una stessa applicazione eseguita attraverso il framework..), che potessero apportare migliorie e maggiore valore per il nostro cliente.

Processo di sviluppo delle app di adattamento

Risultati raggiunti e Valore aggiunto

Le maggiori preoccupazioni espresse dal cliente durante il primo confronto riguardavano i tempi (il tempo di sviluppo di una nuova applicazione è stato stimato di circa 40 giorni) e i costi (generalmente abbastanza elevati) legati allo sviluppo delle “applicazioni di adattamento”.
Il nostro valore aggiunto è stato andare incontro alle sue esigenze non solo di tipo tecnologico ma anche di business con la creazione di un framework che riuscisse ad abbattere notevolmente i tempi di rilascio delle singole applicazioni di adattamento (oggi si stimano circa 15 giorni per lo sviluppo di una nuova “applicazione di adattamento”) e conseguentemente i costi legati ad essa.
Per noi di Tech Gap Italia questo è uno degli esempi più evidenti di come siamo riusciti a costruire una relazione “esclusiva” con il cliente che, prima coinvolti nel progetto in qualità di sviluppatori, siamo presto diventati i loro “personali” advisory tecnologici, in grado di interfacciarci e supportare costantemente il team IT e il business management del cliente.

Finance - TechGap